INCONTINENZA URINARIA:NON CI DOBBIAMO CONVIVERE, SI PUO’ CURARE

INCONTINENZA URINARIA: NON CI DOBBIAMO CONVIVERE SI PUO’ CURARE

INCONTINENZA URINARIA: INVOLONTARIA PERDITA DI UINAINCONTINENZA URINARIA

L’ Organizzazione mondiale della sanità classifica l’INCONTINENZA URINARIA come malattia; in quanto questa problematica ha un impatto sulla salute, sulla vita sociale ed economica della persona, poiché la patologia influenza le relazioni interpersonali dei soggetti che ne risultano affetti e perché l’approccio terapeutico alla malattia, sia medico sia chirurgico è a carico dei Sistemi Sanitari Nazionali.
I dati presenti in letteratura stimano che circa il 5-69% della popolazione femminile e l’1-39% di quella maschile risultano affette da incontinenza urinaria, tali range percentuali riflettono la difficoltà della comunità scientifica di effettuare una stima esatta della prevalenza dell’incontinenza urinaria, in quanto un grande ostacolo è quello di riuscire a rivelare ancora oggi di essere affetti da questa problematica.

Fattori di rischio Incontinenza urinaria femminileINCONTINENZA FEMMINILE

Aumento dell’età
Obesità e sovrappeso
Gravidanza,maggiore numero di parti e tipologia di parto
Etnia e razza
Isterectomia
Dieta scorretta
Stato socio-economico
Fumo
Attività fisica pesante
Malattie neurologiche

Comorbilità: diabete, infezioni delle vie urinarie, decadimento cognitivo, decadimento fisico, depressione
Fattori di rischio Incontinenza maschileINCONTINENZA MASCHILE
Aumento dell’età
LUTS (Lower Urinary Tract Symptoms) ed infezione delle vie urinarie
Decadimento funzionale e cognitivo,
attività fisica pesante
Disturbi neurologici
Diabete
Chirurgia prostatica

CURA

Il primo approccio deve essere assolutamente conservativo, anche nei casi incontinenza grave.
La prima valutazione quindi è di tipo riabilitativo, per riacquisire quell’autonomia della muscolatura pelvica perduta.
1. Presa di coscienza della muscolatura del pavimento pelvico.
2. Esercizi domiciliari e quotidiani di tonificazione (esercizi di Kegel).
3. Ausili domiciliari per la tonificazione: palline del pavimento pelvico, coni vaginali
4. Riabilitazione ambulatoriale con utilizzo di biofeedback ed elettrostimolazione
5. Pilates posturale
6. Laser

Terapie invasive:
1. ChirurgiaINCONTINENZA URINARIA
Se la risposta è “si” a una di queste domande prenota una visita gratuita:
1. perdo urina a ridere, sternutire, tossire?
2. perdo urina a correre, saltare, durante lo sport?
3. perdo urina avendo una sensazione di urgenza e non riuscendo ad arrivare al bagno?
4. perdo urina durante i rapporti?
5. perdo urina dopo i tre mesi dal parto?
6. non riesco a stoppare la pipì mentre sto urinando?

DOTT.SSA ELENA BERTOZZI
POLIAMBULATORIO SIRIO, FIDENZA
052483903

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Search

+